Skip to content Skip to left sidebar Skip to footer

È deceduto, all’età di 97 anni, il partigiano barlettano Vito Cuonzo.

Aviere specialista motorista nel 1° Reparto addestramento di Aviano(UD) viene catturato dai Tedeschi il 12 settembre 1943 e impiegato in lavori di manovalanza fino al 25 ottobre 1943 quando riesce a evadere e a rifugiarsi presso una famiglia locale che lo accoglie.

Il 25 agosto 1944 aderisce alla Resistenza, entrando nel battaglione garibaldino “Pantera” agli ordini del comandante “Uranio”.

Il 25 ottobre dello stesso anno la sua formazione è costretta a sciogliersi a causa dei “grandi rastrellamenti” nazifascisti dell’inverno del 1944.

Sottrattosi alla cattura, Vito continua la sua attività partigiana nel 3° Battaglione della Brigata “Maggiore Martelli” della IV Divisione “Osoppo Friuli” fino al termine della guerra.

Rientra a Barletta nel giugno del 1945.

Alla sua famiglia il cordoglio e la vicinanza dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e di tutti gli antifascisti barlettani.

0 Comments

There are no comments yet

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *