Skip to content Skip to left sidebar Skip to footer

Uncategorized

Dalla Sezione di Barletta

“Sud e Resistenza: storie mai raccontate”. Saggio afferente al tema storiografico del partigianato meridionale, non si limita a ricostruire la vicenda di Felice Loiodice, emigrato pugliese, condannato a due anni di reclusione dal Tribunale Speciale per “appartenenza al G.o.m.i.r.c. (Gruppo operaio movimento italiano rivoluzionario comunista)”, quindi partigiano nel Biellese dove viene catturato e fucilato, ma ha il merito di ricostruire il concorso di tanti pugliesi alla cospirazione clandestina antifascista, agli scioperi operai del 1943, alla lotta partigiana. Emergono figure esemplari quali il barese Vincenzo Lazzo impiccato al Ponte della Pietà di Quarona; il gioiese Cardetta Nicola (“Tigre”) fucilato a Rassa; i minervinesi Lombardi Michele (“Buk”) e Di Palma Giovanni (“Gorilla”) caduti in combattimento; i fratelli di Peschici Biscotti Vincenzo (“Mitra 1”) e Antonio (“Mario”); l’operaio coratino Nunzio Strippoli (“Talpa”), il primo a entrare nella città di Biella liberata, morto eroicamente in Alta Val Sorba, alla cui memoria furono intitolati un giornale e un distaccamento.

Dalla Sezione di Barletta

La Sezione A.N.P.I. “Dante Di Nanni” di Barletta, in collaborazione con il Circolo A.R.C.I. “Carlo Cafiero”, aderisce alla maratona di letture promossa a livello nazionale a sostegno della libreria antifascista “La pecora elettrica”. Durante la serata, verrà anche presentato lo spettacolo “A. Senza nome”, atto artistico di riflessione sul tema dei diritti penitenziari ideato dall’attrice Michela Diviccaro. Modererà lo studente del Liceo Classico Casardi di Barletta, Marco Cassatella.