Skip to content Skip to left sidebar Skip to footer

Francesco GRASSO

Francesco Grasso, secondo di otto figli, nacque a Colle Sannita, in provincia di Benevento, l’11 luglio del 1888.

Frequentò i primi anni di scuola a Colle Sannita, poi lasciò il suo paese per frequentare il liceo classico nel Collegio benedettino dell’Abbazia di Cava dei Tirreni dove si distinse come uno degli allievi migliori.

Terminati gli studi, fu ammesso all’Accademia Militare di Modena.

A 27 anni, nel corso della I guerra mondiale, meritò in combattimento l’encomio solenne con la seguente motivazione “Noncurante del pericolo, percorreva durante il bombardamento, la linea delle proprie truppe incitando con la voce e con l’esempio i dipendenti, conduceva il battaglione contro le posizioni nemiche trascinandolo all’attacco”

Nel 1938, all’età di cinquant’anni, fu trasferito a Barletta.

Nel settembre 1943, organizzò e comandò la valorosa resistenza del presidio militare contro la violenta aggressione tedesca.

Dopo i successi ottenuti nei giorni precedenti, la mattina del 12 settembre, il colonnello Francesco Grasso che invano aveva chiesto rinforzi e munizioni per continuare la resistenza, decise di arrendersi per evitare il massacro della popolazione.

Fu deportato nei lager nazisti (Hammerstein dal 23 settembre 1943 al 27 settembre 1943 – Tschenstochau dal 30 settembre 1943 all’8 agosto 1944 – Nürnberg Langwasser dal 10 agosto 1944 al 22 giugno 1945).

Rifiutò sempre di collaborare con i Tedeschi e di aderire alla Repubblica Sociale di Salò.

Fece ritorno a casa il 3 luglio 1945.

Per i fatti del settembre 1943, il Gonfalone della città di Barletta è stato insignito della Medaglia d’oro al Merito Civile e della Medaglia d’oro al Valor Militare.   https://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/466

La storia di Francesco Grasso, della Resistenza del Presidio militare di Barletta, dell’internamento nei lager nazisti è raccontata in “Novecinquesei – Diario della Resistenza di un soldato” pubblicato nel 2019 da DURANGO Edizioni (https://www.durangoedizioni.it/libri/novecinquesei-diario-della-resistenza-di-un-soldato/) e nel corto “Novecinquesei” 

LINK ESTERNI

https://www.anpi.it/donne-e-uomini/3148/francesco-grasso

https://lessicobiograficoimi.it/index.php/caduti/show/297811

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2003/01/28/barletta-eccidio-della-vergogna.html

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/09/16/eccidio-di-barletta.html

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/03/11/quando-hitler-chiese-notizie-sulla-distruzione-di.html

GALLERIA

Disegno dell’artista barlettano Pierino Chiummo