Skip to content Skip to left sidebar Skip to footer

Addolorata SARDELLA e Lucia CORPOSANTO

All’indomani dell’Armistizio, nel settembre del 1943, le truppe naziste entrarono a Barletta mettendo in atto una devastante rappresaglia, resa ancora più spietata a causa dell’energica resistenza operata dai soldati del locale presidio militare.

In questo terribile disegno di vendetta avvenne, il giorno 12, il barbaro eccidio di 11 vigili urbani e 2 netturbini da parte dei tedeschi. Addolorata Sardella, passando nelle vicinanze degli uffici postali dove era stata portata a termine l’esecuzione, notò quei corpi esanimi dai quali però proveniva l’invocazione di aiuto dell’unico sopravvissuto: il vigile Francesco Paolo Falconetti.

La donna prestò soccorso aiutata da un’altra donna incontrata poco distante, Lucia Corposanto, e insieme riuscirono a portarlo in salvo. Addolorata Sardella è deceduta nel 1964. Per i fatti della seconda guerra mondiale la città di Barletta è già insignita delle medaglie d’Oro al Valor militare ed al Merito civile.

Per il coraggio dimostrato, nel 2007, ad Addolorata Sardella (https://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/207466) e a Lucia Corposanto (https://www.quirinale.it/onorificenze/insigniti/306122), nel 2007, è stata conferita la medaglia di bronzo al merito civile alla memoria per le virtù civiche dimostrate durante l’occupazione nazista della città. 

LINK ESTERNI

http://www.ilfieramosca.it/settembre/07_07_donne.html

GALLERIA

Addolorata SARDELLA

Lucia CORPOSANTO